lunedì 18 giugno 2018

Le lenticchie riducono significativamente i livelli di glicemia, rivela lo studio dell'Università di Guelph

Sostituendo patate o riso con legumi si abbassano i livelli di glucosio nel sangue di oltre il 20 per cento, secondo uno studio dell'università di Guelph.
Il Professor Alison Duncan, del Dipartimento di Salute Umana e Scienze Nutrizionali, e Dan Ramdath di Agricoltura e Agri-Food Canada, hanno scoperto che sostituire metà di una porzione di questi contorni amidacei con le lenticchie può migliorare significativamente la risposta del corpo ai carboidrati. Lo studio è stato raccolto dalla National Post e dal Daily Mail.
Sostituendo metà porzione di riso con le lenticchie, i ricercatori hanno visto che il glucosio ematico diminuiva fino al 20%. Sostituire le patate con le lenticchie ha portato a una diminuzione del 35%.
"I legumi sono alimenti estremamente nutrienti che hanno il potenziale per ridurre le malattie croniche associate a livelli di glucosio mal gestiti", ha detto Duncan. "Eppure pochissimi canadesi mangiano lenticchie", ha aggiunto.
"Il Canada ha un'enorme produzione di lenticchie, ma ne esportiamo la maggior parte e solo il 13% dei canadesi li mangia ogni giorno", ha detto Duncan. "Speriamo che questa ricerca possa rendere le persone più consapevoli dei benefici per la salute derivanti dall'assunzione di legumi".

Lo studio è stato pubblicato e presentato  nel Journal of Nutrition ed ha evidenziato che i legumi, come le lenticchie, "possono rallentare la digestione e il rilascio di zuccheri presenti  nell'amido nel sangue, riducendo in ultima analisi i livelli di glucosio nel sangue", ha detto Duncan.
"Questo assorbimento più lento significa che non si verifica un picco nel glucosio. Avere livelli elevati in un periodo di tempo può portare a cattiva gestione della glicemia, che è il segno distintivo del diabete di tipo 2. Essenzialmente, mangiare le lenticchie può ridurre questo rischio." -prof. Alison Duncan
I legumi contengono componenti che inibiscono gli enzimi coinvolti nell'assorbimento del glucosio e le fibre contenute in questi alimenti possono incoraggiare la produzione di acidi grassi a catena corta, che possono anche aiutare a ridurre i livelli di glucosio nel sangue, ha aggiunto Duncan.

(Fonte: Università di Guelph)
Potrebbe anche interessarti

Nessun commento:

Posta un commento

Se ti è piaciuto l'articolo, lascia un commento

Cucina vegana e metodo Kousmine

Cucina vegana e metodo Kousmine
Cibo sano, naturale e gustoso. Con tante ricette!

Esci di testa... entra nel cuore

Esci di testa... entra nel cuore
Prendi la via del Risveglio e realizza te stesso

Dimagrisci con la Psicoalimentazione

Dimagrisci con la Psicoalimentazione
Un percorso in 7 passi per ritrovare l'equilibrio perduto

Donne sOle - Il libro

Donne sOle - Il libro
Per ritrovare se stesse ed affermare la propria presenza nel mondo