La calza della Befana: buona, energetica... e sana!

 
Spesso la calza della Befana è piena di prodotti industriali insalubri, tra cui il carbone dolce, con una percentuale di zucchero altissima e con coloranti per renderlo nero, o le caramelle, anch'esse piene di zucchero, ma anche di emulsionanti, grassi spesso idrogenati, e additivi vari. Per citane alcuni:
E 120 rosso cocciniglia è un colorante estratto dai corpi essiccati delle femmine di un insetto: Dactylopius coccus. Altri insetti utilizzati sono Porphyrophyra hamelis, Kermes ilicis, Margaroides polonia e Laccifera lacco. In alcuni soggetti l’E120 può provocare reazioni allergiche ed è proibito in alcuni Paesi extra-europei.




E 127 eritrosina,  colorante rosso del catrame di carbon fossile, contenente iodio e proprio per questo è sospettato di provocare danni alla tiroide ed è proibito in alcuni Paesi.
E129 Rosso Allura, considerato potenziale cancerogeno e valutato dall’EFSA come “colorante che può influire negativamente sull’attività e l’attenzione dei bambini”.
E131 Blu Patentato V, un colorante sintetico di colore blu scuro. Potenziale cancerogeno.
E 338 acido fosforico, un addensante per le gelatine che  può dare origine a problemi digestivi. Inoltre provoca l’espulsione del calcio dalle ossa, a causa dell’eccessiva presenza di fosforo, quindi aumenta  il rischio di rachitismo nei bambini e di osteoporosi negli adulti.
Questa è solo una breve lista di ciò che può essere presente in questi prodotti, ma che è esplicatva dei danni che possiamo provocare in maniera del tutto innocente se non disponiamo di queste informazioni.




Perché dunque non preparare una calza alternativa, utilizzando dolcetti fatti in casa, del cioccolato fondente crudo, frutta fresca e frutta secca?
Può essere questa una lista di ingredienti sani da mettere nella calza, che inoltre educano il bambino a dirigersi poi verso scelte più salutari, senza trascurare il gusto:
  • Dolcetti fatti in casa con ingredienti naturali (qui sotto vi do una ricetta)
  • Mandarini
  • Fichi secchi ripieni di noci
  • Cioccolato fondente crudo
  • Uvetta
  • Datteri
  • Albicocche secche
Ma ecco qui una ricetta per questa Epifania: le praline naturalmente dolci.

Ingredienti
200 gr di noci (lasciare una notte in ammollo)
200 gr di datteri essiccati denocciolati
50 gr di cacao crudo in polvere
1  baccello di vaniglia
Cocco in polvere
1 pizzico di sale


Tritare finemente noci e  datteri (precedente messi in ammollo per un paio d'ore),  Tagliare il baccello di vaniglia seguendone la lunghezza e con un cucchiaino estrarne i semini. Mischiare le noci e i datteri tritati con la vaniglia,  la polvere di cacao e il sale e amalgamare bene. Mettere l'impasto in frigorifero avvolto da pellicola trasparente per circa un'ora, quindi togliere dal frigo, formare delle palline con le mani e passarle nel cacao in polvere. Passarne alcune, dopo il cacao, sul cocco in polvere. Sistemare su altre mezzo gheriglio di noce. Far riposare in frigorifero per un'ora.



https://www.macrolibrarsi.it/libri/__50-sfumature-di-budwig-libro.php?pn=2658


 




Commenti

  1. A me è risultato impossibile frullare le noci dopo ammollo...Così alla fine ho dovuto aggiungere un po' di latte di avena se no mi si bloccava il frullatore ed è diventato un patè invece che praline, ma a colazione può andare bene...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buongiorno Annalisa. Ptobabilmente dovevo mettere un "punto" dopo noci. Infatti vanno ammollati solo i datteri per ammorbidirli. Adesso cambio il testo Grazie mille per la segnalazione :)

      Elimina

Posta un commento

Se ti è piaciuto, lascia un commento