Alzati in piedi per la tua salute

Gli allenamenti strutturati sono essenziali per una salute ottimale. Ma dovresti anche cercare di stare in piedi e spostarti di più durante il giorno, specialmente se hai un lavoro da scrivania. 
Stare seduti per ore può aumentare il rischio di malattie gravi come malattie cardiache, diabete di tipo 2 e alcuni tipi di cancro. Al contrario, puoi ridurre i rischi di tutte queste malattie semplicemente stando in piedi e muovendoti di più, anche se già ti alleni. Questo perché i movimenti di routine durante il giorno si aggiungono a quei benefici.




Questa è stata la conclusione di un ampio studio a lungo termine di 123.000 adulti di mezza età condotto da ricercatori dell'American Cancer Society, pubblicato sull'American Journal of Epidemiology. Le donne che stavano più tempo sedute avevano il 34% di rischio in più di morire per qualsiasi causa durante i 14 anni di studio, rispetto a quelle che ci stavano di meno. Per gli uomini, l'aumento è stato del 17%. Quando è stata presa in considerazione l'attività fisica la differenza è stata ancora più forte. Le donne più sedentarie, che non si muovevano né facevano molto esercizio fisico, avevano quasi il doppio delle probabilità di morire durante il periodo di studio rispetto a quelle che si muovevano e facevano più attività fisica. Gli uomini più sedentari avevano il 50% in più di probabilità di morire rispetto alle loro controparti più attive. Allo stesso modo, altri studi hanno concluso che il movimento quotidiano e di routine apporta benefici per le malattie cardiache, il diabete, il cancro e la perdita di peso. È arrivato il punto in cui alcuni medici consigliano effettivamente ai loro pazienti di stare seduti "con moderazione".


Perché stare seduti a lungo ha conseguenze dannose sulla salute? Una spiegazione è che rilassa i muscoli più grandi. Quando i muscoli si rilassano, assorbono molto poco zucchero (glucosio) dal sangue, aumentando il rischio di diabete di tipo 2. Inoltre, gli enzimi che contollano i grassi nel sangue (trigliceridi) precipitano, facendo abbassare anche i livelli di colesterolo "buono", HDL. Il risultato è un rischio più elevato di avere malattie cardiache.
Al contrario, il movimento quotidiano non solo riduce il rischio di malattie gravi, ma aiuta anche a bruciare più calorie. Il dottor James Levine della Mayo Clinic ha coniato il termine "termogenesi dell'attività non-esercizio fisico", o NEAT, per riferirsi all'energia che si brucia attraverso l'attività ordinaria che non si pensa come esercizio fisico, come ad esempio agitarsi, portare il bucato al piano di sopra, ballare in casa con la propria musica preferita, o anche stare in piedi mentre si parla al telefono. 



In uno studio, ha misurato NEAT in persone magre e obese, tutte con lavori simili e ha vietato l'esercizio fisico durante lo studio. C'era una differenza fondamentale tra i due gruppi. Le persone obese sedevano più delle loro controparti magre, in media due ore e mezza in più al giorno. La modifica di tale comportamento potrebbe far bruciare oltre 350 calorie in più al giorno.

Commenti