giovedì 22 maggio 2014

Diventare consumatori liberi

Salve amici,
oggi vorrei iniziare con qualche riflessione sugli acquisti... inconsapevoli.


Qualche tempo fa sono andata a fare la spesa in un supermercato. Premetto che, come già vi ho raccontato, di solito preferisco i mercatini ed i luoghi in cui è più facile trovare prodotti a km zero, ma per l'occasione mi sono "deliziata" nel guardare dentro i carrelli degli altri ed ho scattato una foto, quella che ho messo qui sopra, mentre ero in fila per la cassa: nel carrello erano presenti "alimenti" di vario genere, soprattutto cibo-spazzatura.
Tra i prodotti, figuravano:
coca-cola
patatine (sfogliatine croccanti di patate)
succhi di frutta
würstel
pop corn
un sacchetto di merendine
un salamino
c'erano anche: pan grattato, formaggio grana già grattugiato e minestrone surgelato. Naturalmente non sto elencando tutto (che comunque era sempre di questo genere), ma posso aggiungere la cosa che mi ha fatto, direi, sorridere e che più di tutto ha attirato la mia attenzione in mezzo a tutto quel "ben di Dio": una confezione di Alka Seltzer!! 
E quanto è stata la spesa per quel salutare carrello? La modica cifra di € 247,16: niente male come prenotazione per un posto dal medico.
Vorrei passare sotto la lente di ingrandimento qualche prodotto di quelli che ho elencato, pieni di elementi nocivi per la salute.

Ecco qui: 

Coca-cola... la devo proprio spiegare?

Leggiamo gli ingredienti: acqua, zucchero (circa il 10%, cioè in una lattina ce n'è circa mezzo etto, preso tutto in una volta!), anidride carbonica,. colorante e150d (caramello solfito-ammoniacale, di cui dal 2007 diverse ricerche scientifiche avevano provato la cancerogenità e che in certi stati è stato bandito), acido fosforico (zucchero ed acido fosfotico sono responsabili della demineralizzazione delle ossa) , aromi naturali (inclusa caffeina).  

Succhi di frutta, anch'essi troppo ricchi di zuccheri (come si è detto sopra per la Coca cola) e spesso preparati con acqua, coloranti e aromi che conferiscono il sapore della frutta... non è forse meglio spremere un frutto o preparare centrifugati in casa. evitando di aggiungervi lo zucchero? 

Patatine: a parte la formazione di acrilammide (un composto chimico nocivo con proprietà cancerogene e genotossiche, ovvero capace di provocare alterazioni nel DNA, che solitamente si forma negli alimenti molto amidacei durante la cottura a temperature elevate, come la frittura, la cottura al forno e alla griglia), nelle patatine industriali si possono trovare ingredienti dannosi per la salute, come gli oli/grassi vegetali idrogenati., oppure il glutammato di sodio per esaltare il sapore. Attenzione poi: secondo uno studio condotto da ricercatori italiani ed americani, le patatine possono dare dipendenza, per cui diventa difficile smettere di mangiarle. 

Würstel: ve lo descrivo lo stesso, anche se so che ormai non rientra nei vostri orizzonti. I würstel sono fatti dagli scarti dei pezzi di carne macinati insieme a grasso di maiale, aromi non ben precisati, additivi e a un’alta percentuale di acqua e sciroppo di mais, che serve per lasciare un retrogusto dolce. 

Pop corn: unostudio americano, commissionato dal Center for Science in the Public Interest, rivela che il danno causato dai pop corn confezionati sia dovuto alle esagerate calorie e alla grande quantità di grassi saturi, specialmente quelli cucinati con il burro: in una sola volta viene ingerita una  quantità di grassi che un adulto dovrebbe assumere in tre giorni, con seri danni per le arterie. In una notizia dell'ANSA si legge anche di un 59enne del Colorado ha contratto una malattia cronica ai polmoni a causa di un additivo contenuto nel burro artificiale utilizzato nei popcorn, e non specificato nell'etichetta.

Merendine: ricche di zuccheri, grassi idrogenati, aromi, coloranti e conservanti (specie per le merendine farcite o glassate)  ed altri addidivi dannosi per la salute, come addensanti della categoria dei polifosfati (E452), usati per dare consistenza a grassi di scarsa qualità. In alcune può essere anche presente il difosfato disodico (E450), classificato come additivo tossico. 

Salamino: anche per questo vale la considerazione iniziale fatta per i würstel... comunque, per conservare questo prodotto vengono utilizzati i nitriti (E249 ed E250) e i nitrati (E251 ed E252) di sodio e potassio, che nel nostro organismo si trasformano in nitrosammine, elementi cancerogeni (leucemia, tumore al cervello).

Che dire dunque?
Usiamo  la testa, anche quando andiamo al supermercato, diventiamo consumatori liberi, intelligenti, che non si lasciano influenzare dagli altri, dal contorno, dalla pubblicità. Scegliamo cum grano salis i prodotti che andranno a costruire il nostro stesso corpo. Mettereste del fango o della sabbia al posto dei mattoni quando costruite la vostra casa? E così dovete pensare al vostro stesso corpo, che giorno dopo giorno, momento dopo momento, trae il materiale da ciò che gli viene fornito con il cibo. Il vostro corpo ve ne sarà grato, ed insieme a lui la vostra mente, che diventerà più lucida, presente, attiva. 

Ma ecco la ricetta di oggi... una videoricetta in cui vi racconto come produrre delle deliziose zucchine ripiene!






6 commenti:

  1. Sei una grande!! Il video è un idea geniale. L proverò. Grazie..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...e ne usciranno altri! Videoricette per tutti!! :)

      Elimina
    2. Posso dire una cosa? Non sono una vegan e fatico anche a definirmi vegetariana, ma pensando al vegan day mi sto rendendo conto che in realtà ne sto già facendo più di uno a settimana…��

      Elimina
  2. condivido perfettamente la sensazione del carrello della spesa..... io a volte vorrei poter dire a qualcuno con questi cibi si sta facendo solo del male, ma credo sia giusto che ogniuno lo capisca da solo.

    RispondiElimina
  3. Ciao Marilu sono Marilena e sto seguendo il tuo corso con un pò di fatica perchè sonon tante le cose nuove che sto imparando ed è come se non riuscissi a tenere il passo. Dopo la mia seconda gravidanza non riesco a perdere peso e vorrei trovare la forma senza fare diete drastiche ma cambiando le mie abitudini alimentari. Ho eliminato carne epesce da un paio di mesi. Da dove posso inziare?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Marilena.... ecco il post di oggi, con alcune indicazioni per il raggiungimento del peso forma: http://psicoalimentazione.blogspot.it/2014/05/step-18-corso-per-diventare-vegetariani.html
      Buona giornata!

      Elimina

Lascia un commento :-)

Cucina vegana e metodo Kousmine

Cucina vegana e metodo Kousmine
Cibo sano, naturale e gustoso. Con tante ricette!

Esci di testa... entra nel cuore

Esci di testa... entra nel cuore
Prendi la via del Risveglio e realizza te stesso

Dimagrisci con la Psicoalimentazione

Dimagrisci con la Psicoalimentazione
Un percorso in 7 passi per ritrovare l'equilibrio perduto

Donne sOle - Il libro

Donne sOle - Il libro
Per ritrovare se stesse ed affermare la propria presenza nel mondo