giovedì 15 marzo 2018

Farine? Sì, purché fresche


Ogni volta che compriamo  un alimento, dovremmo essere sempre consapevoli di quello che stiamo acquistando. Spesso invece accade proprio il contrario, soprattutto perché non ci fermiamo più a chiederci da dove derivi o come è stato prodotto il cibo su cui ci siamo diretti. Siamo condizionati dalle abitudini, dai media, dagli amici e da tutta la società in cui viviamo, per cui diamo per scontato che tutto quello che ci vendono sia “normale”, sano ed equilibrato.

Compriamo un panino, per esempio e, a parte quello che ci facciamo mettere dentro, ci siamo mai chiesti che tipo di farina è stata utilizzata? Abbiamo di solito davanti un prodotto gonfio, insipido, di un colore candido: eppure lo mangiamo. Questa è un’abitudine alla non presenza.  Vorrei allora spendere due parole per parlare delle farine, in modo che, qualora si decidesse di mangiare il panino di cui parlavo, o una pizza oppure dei biscotti confezionati, almeno lo faremo per scelta e non per “ignoranza”.   
Le farine che utilizziamo, presenti nei prodotti che acquistiamo, oppure le farine stesse che prendiamo nei supermercati, sono ormai devitalizzate o, per usare una parola più specifica, “morte”. Il chicco integro, per fare qualche esempio il chicco del farro o dell’orzo (non perlati) o un riso integrale, sono costituiti da importanti elementi, come per esempio zinco, cromo, magnesio, manganese, vitamine del gruppo B, vitamina E, tutte sostanze necessarie per il nostro metabolismo. Qualora non siano presenti nel cibo che mangiamo, allora il nostro corpo è costretto a cedergli delle sostanze, proprio per poterne trarre sostentamento ed energia. In pratica, ciò che manca nel chicco viene sottratto al nostro corpo. Se mangiamo farine vecchie ogni tanto, questo potrebbe non costituire un problema, ma se pensiamo al quotidiano moltissime persone introducono nella loro dieta farine bianche, ma anche riso raffinato, pasta preparata con chicchi ormai devitalizzati, biscotti, crackers, grissini, brioches, fiocchi d’avena (fioccati da chissà quanto tempo) e molti altri prodotti simili. E direi che questo avviene “quasi” tutti i giorni. Per questo motivo il nostro corpo nel tempo si può debilitare e quindi essere più esposto alla possibilità che insorgano malattie di vario tipo. Ecco quindi l’importanza di utilizzare per la nostra alimentazione le farine “vive”. 
Di che si tratta? Sono farine derivate dalla macinazione del chicco integro che, soprattutto, devono essere macinate da poco tempo. La farina invecchia già dall’ottavo giorno dalla macinazione e al quindicesimo è ormai devitalizzata, ovvero priva di importanti sostanze. Questo vale anche per quelle farine insacchettate con la dicitura “integrale” o “integrale biologico”. Sono integrali, sì, ma vecchie, quindi ossidate, morte. Come fare, dunque? Come trovare in commercio le farine macinate di fresco? Intanto c’è da dire che ormai in tutta Italia sono molti i negozi specializzati (catene del biologico, erboristerie, alcune farmacie) che hanno nel laboratorio un macina cereali: il chicco integrale viene macinato e in pochi minuti si ha a disposizione la farina “viva”, ricca di nutrienti. Un secondo modo è quello di acquistare un pratico mulino di legno con macina a pietra (grande poco più di un frullatore) per essere indipendenti e poter così autoprodursi le proprie farine. Ed il tempo speso non è così eccessivo: basta avere una macchina del pane (ce ne sono di molto economiche in commercio) per prepararlo in casa con  3 minuti spesi del proprio tempo (quello che serve per mettervi l’acqua, la farina e il lievito),  visto che tali macchine impastano, lievitano e cuociono. Lo so, comprarsi i panini o il pane già fatto è più veloce, ma la salute molto più importante e sicuramente ne guadagneremo in energia e vitalità.

Clicca qui per acquistare il libro

Nessun commento:

Posta un commento

Se ti è piaciuto l'articolo, lascia un commento

Cucina vegana e metodo Kousmine

Cucina vegana e metodo Kousmine
Cibo sano, naturale e gustoso. Con tante ricette!

Esci di testa... entra nel cuore

Esci di testa... entra nel cuore
Prendi la via del Risveglio e realizza te stesso

Dimagrisci con la Psicoalimentazione

Dimagrisci con la Psicoalimentazione
Un percorso in 7 passi per ritrovare l'equilibrio perduto

Donne sOle - Il libro

Donne sOle - Il libro
Per ritrovare se stesse ed affermare la propria presenza nel mondo