lunedì 9 novembre 2015

Quando guarirò, dottore?

Certe volte la malattia è un insegnamento: inizia con lo svegliarci e, se ci mettiamo in ascolto, ci manda dei messaggi che ci permettono di evolvere. Entra nei varchi aperti dalle nostre paure e poi si annida, nelle zone più deboli del nostro corpo, nei rifugi scavati nel tempo dalle nostre emozioni negative. Una volta penetrata, si nutre della nostra energia e, anche se collocata in un determinato spazio del corpo, di fatto si propaga in ogni cellula, cui imprime la sua impronta. La guarigione implica quindi un processo più complesso di pulizia generale, di consapevolezza, piuttosto che la resezione di una parte. Certe volte, infatti, nonostante le operazioni di rimozione, la malattia si ripresenta. Questo perché non era stata compresa e non era stata fatta uscire con un lavoro sulle emozioni, quelle stesse, cioè, che l'avevano fatta entrare.


Nessun commento:

Posta un commento

Lascia un commento :-)

Cucina vegana e metodo Kousmine

Cucina vegana e metodo Kousmine
Cibo sano, naturale e gustoso. Con tante ricette!

Esci di testa... entra nel cuore

Esci di testa... entra nel cuore
Prendi la via del Risveglio e realizza te stesso

Dimagrisci con la Psicoalimentazione

Dimagrisci con la Psicoalimentazione
Un percorso in 7 passi per ritrovare l'equilibrio perduto

Donne sOle - Il libro

Donne sOle - Il libro
Per ritrovare se stesse ed affermare la propria presenza nel mondo