sabato 7 novembre 2015

Toc toc! Ci sei?

Il post di oggi vuole essere un invito al Risveglio della coscienza, un input alla visione degli schemi in cui siamo intrappolati come delle mosche nella ragnatela. Come zombie ci aggiriamo per le strade, nei supermercati, nei centri commerciali, alla ricerca di ciò che appiani il nostro senso di vuoto. 
Anche il cibo è diventato un falso riempitivo, per di più dannoso e tossico, considerato il modo in cui riempiamo i nostri carrelli della spesa. Si è perso il senso dell'essere, la sensazione di vitalità, dell'energia che prende ogni muscolo. Siamo stanchi, affannati e sempre di corsa. Ma per dove? Dove stiamo andando? Dove corriamo? Fermarsi un attimo per riprendere in mano la propria vita, questa è a mio avviso la priorità. Staccarsi per un momento dalla connessione, dal network, che ci vede sempre pronti a criticare o a esprimere il proprio giudizio per qualsiasi post venga immesso nella rete. E' proprio in una rete che siamo, ce ne rendiamo conto? Una bella tonnara, da cui non si può più uscire, se rimaniamo attaccati al vecchio schema.
Vedo ovunque persone appiccicate al proprio cellulare, che ormai è diventato una parte del corpo, un prolungamento del proprio braccio. Non ci siamo più ed in questo modo siamo in balia di chi ci manovra come piccoli burattini senza anima. L'unico modo per venirne fuori è prendere coscienza di qualsiasi cosa stiamo facendo, osservarci e guardare  le nostre reazioni che ormai sono meccaniche: spingo un bottone ed eccola lì la tua risposta, automatica. Ti metto una bella fila di pasta nello scaffale, proprio all'altezza del tuo occhio e... tac! La tua mano è già lì ad afferrrarla. E così con lo zucchero, le merendine, la carne.
Ma andando oltre, ti bombardo di messaggi che inneggiano ad uno status di falsa libertà... ed eccoti pronto ad acquistare il nuovo cellulare, l'ipad, la nuovaTV ultra HD, ma anche farmaci o alimenti che tutto sono meno che nutrienti. L'unica salvezza è fermarsi un momento e chiedersi: ma dove voglio arrivare? E se questo fosse l'ultimo giorno della mia vita, sarei soddisfatto, avrei vissuto appieno o avrei rimpianti o ripensamenti? Fermarsi, riprendere respiro, mettersi in discussione. Il vero metro per sapere se siamo nella strada giusta è sentire se siamo felici, sereni, appagati, pieni di energia. Se così non è, perché non provare a cambiare rotta? Cambiare stile di vita, muoversi di più, alimentarsi in maniera corretta e per un po' disconnettersi e tuffarsi nella vita vera, andare da soli al mare, o in un bosco, o in campagna per ritrovare il contatto con la Madre. Pensiamoci. Via gli alibi. Proviamo a ripartire, presenti, consapevoli, ebbri di vita.




Buon Risveglio, amici!




http://www.tecnichenuove.com/libri/esci-di-testa-entra-nel-cuore.html?acc=6512bd43d9caa6e02c990b0a82652dca





Nessun commento:

Posta un commento

Lascia un commento :-)

Cucina vegana e metodo Kousmine

Cucina vegana e metodo Kousmine
Cibo sano, naturale e gustoso. Con tante ricette!

Esci di testa... entra nel cuore

Esci di testa... entra nel cuore
Prendi la via del Risveglio e realizza te stesso

Dimagrisci con la Psicoalimentazione

Dimagrisci con la Psicoalimentazione
Un percorso in 7 passi per ritrovare l'equilibrio perduto

Donne sOle - Il libro

Donne sOle - Il libro
Per ritrovare se stesse ed affermare la propria presenza nel mondo