giovedì 21 aprile 2016

Come fare i germogli in casa


I germogli sono un ottimo alimento. E’ facile far germogliare in casa i semi di molte piante, soprattutto legumi e cereali.
Durante la germinazione avviene tutta una serie di trasformazioni che rendono il germoglio altamente nutritivo e digeribile. In esso sono racchiuse preziose vitamine, enzimi, oligoelementi, amminoacidi. Tra le vitamine troviamo la A, la B1, la B2, la C e la PP e tra i sali minerali il ferro, il potassio, il calcio, il magnesio, il sodio ed il  fosforo. Considera che i germogli sono un concentrato di energia, perché in loro è  racchiusa l’anima della pianta: il germoglio è pronto infatti per iniziare il suo cammino evolutivo che lo porterà a diventare una pianta matura, la quale a sua volta darà origine ai semi. 

Cosa puoi germogliare?
A me piacciono molto i germogli di soia verde, o quelli di lenticchie, ma puoi far germinare molti tipi di semi:
•    ceci
•    fagioli
•    lenticchie
•    grano
•    miglio
•    riso integrale
•    soia verde (fagioli mung)
•    avena

Come fare?
La loro preparazione è molto semplice. Si può utilizzare un'apposita germogliera.


Oppure puoi ricorrere ad un metodo più “casalingo”,  utilizzando  un barattolo di vetro coperto con un fazzoletto di cotone fermato con un elastico: qui metterai i semi, ricordandoti di annaffiarli durante il giorno.

Preparazione:
La sera metti 2-3 cucchiaini di semi in un bicchiere di acqua e lasciali immersi per tutta la notte. Al mattino scola l’acqua e metti i semi nella germogliera oppure nel barattolo di vetro. A questo punto, se utilizzi il barattolo, procedi in questo modo:
  •  Chiudi il bararattolo con il fazzoletto di cotone, o con una garza, fermandolo con un elastico 
                                                                           
  • Copri il barattolo con della carta stagnola, in modo che non penetri la luce .....(il seme deve "pensare" di essere sotto la terra )
  • Metti il barattolo rovesciato su un piatto (i semi devono rimanere umidi, ma non devono essere coperti di acqua: in questo modo l'eccesso di acqua filtra attraverso il fazzoletto e rimane nel piatto).
  • Sciacqua i semi un paio di volte al giorno, per 2-5 giorni, a seconda del seme utilizzato. In pratica fai scorrere l'acqua attraverso il fazzoletto (o la garza) e riponi nuovamente il barattolo "a testa in giù".
  • Quando il germoglio avrà raggiunto la lunghezza di 2-4 cm è pronto per essere consumato. Prima di utilizzarlo puoi tenerlo qualche ora all’aria aperta in modo che si arricchisca di clorofilla. Consuma i semi che ti necessitano e metti quelli che ti avanzano in un contenitore di vetro chiuso in frigorifero. Puoi consumarli per un’intera settimana, ricordandoti però di sciacquarli giornalmente.
Puoi mangiare i germogli da soli, oppure in insalate e puoi anche aggiungerli nelle minestre. Puoi utilizzarli come spezza-fame o come spuntino quando sei fuori casa in vacanza o per lavoro.

Tratto dal libro di Marilù Mengoni "Cucina vegana e metodo Kousmine", Tecniche Nuove ed.
http://www.tecnichenuove.com/libri/cucina-vegana-e-metodo-kousmine.html?acc=6512bd43d9caa6e02c990b0a82652dca


Nessun commento:

Posta un commento

Lascia un commento :-)

Cucina vegana e metodo Kousmine

Cucina vegana e metodo Kousmine
Cibo sano, naturale e gustoso. Con tante ricette!

Esci di testa... entra nel cuore

Esci di testa... entra nel cuore
Prendi la via del Risveglio e realizza te stesso

Dimagrisci con la Psicoalimentazione

Dimagrisci con la Psicoalimentazione
Un percorso in 7 passi per ritrovare l'equilibrio perduto

Donne sOle - Il libro

Donne sOle - Il libro
Per ritrovare se stesse ed affermare la propria presenza nel mondo